Cantores Sancti Marci la mia raccolta di Spartiti antichi a Venezia
               
       
         
         
         
   
DETTAGLIO DELL'OPERA
Autore
Cesis Sulpitia
 
1) Le edizioni CAPPELLA MARCIANA sono sempre costituite da partiture (che nei reperti originali solitamente mancano) che rispettano il contenuto della stampe e dei manoscritti
antichi di provenienza per quanto è possibile agli attuali programmi di video-scrittura.
Nelle partiture delle edizioni CAPPELLA MARCIANA sono generalmente rispettati:
- le assegnazioni di voce originali
- le indicazioni originali di tempo,
- i valori originali delle note,
- le altezze originali delle note,
- le alterazioni, nella quantità e nella posizione originale
- le legature originali
- i testi vocali originali
Nelle partiture delle edizioni CAPPELLA MARCIANA:
- viene sempre indicata la provenienza degli originali
- le alterazioni subintellectae sono aggiunte sopra il rigo, unitamente a quelle che aiutano una migliore comprensione del testo -Le parti di testo vocale che nell'originale vengono sottintese (spesso con l'indicazione"ij") sono aggiunte in corsivo - l'eventuale Basso Continuo non è realizzato se non i rarissimi casi In tal modo le edizioni CAPPELLA MARCIANA vogliono essere uno strumento valido per i musicisti che desiderano utilizzarle, ma anche una prima traccia per eventuali studi musicologici relativi.
Sigla RISM
C 1764
Titolo
Stabat Mater dolorosa
Sottotitolo
Motetto a quattro voci alla quarta bassa
Posizione nell'opera
17
Collocazione liturgica
Feria sexta in Parasceve
Riferimento testuale
Jacopone da Todi
Numero Parti
4+Bc
Organico
SATB Bc
Estensione Vocale
S:H2-E4; A:G2-G3; T:D2-E3; B:D1-A2; Bc:D1-A2;
Modo o tonalità
XI trasp una quarta sotto
Trasposizioni effettuate
4 inf.
Numero Sezioni
no
Genere
Sequenza
Prima esecuzione
/ /
Pagine del manufatto
7      
anteprima scaricabile >>>
Visitatori : 92306    Utenti online : 128